allerta-piante-da-interno:-queste-sono-le-piu-tossiche

Allerta piante da interno: queste sono le più tossiche

Le piante aggiungono quel tocco di verde e profumo nei nostri appartamenti. Molti non sanno però che esistono delle piante che messe in appartamento diventano nocive e a volte addirittura mortali. Oggi difatti vedremo quali pinte non bisogna assolutamente chiudere in casa.

La prima pianta è l’Oleandro. Questo è un bellissimo arbusto da fiore che può essere seminato sia all’interno che all’esterno. Purtroppo però, tutte le parti di questa pianta sono velenose sia per gli esseri umani che per gli animali domestici.

L’oleandro infatti racchiude diversi composti chimici chiamati glicosidi, quest’ultimi possono originare diversi sintomi, tra cui: battito cardiaco non regolare, accrescimento della salivazione, sudorazione, irritazione orale, nausea, vomito, diarrea, congestione delle mucose e nei casi più gravi può portare alla morte per insufficienza cardiaca. Se in casa si hanno bambini o animali domestici bisogna ovviamente evitare di acquistare un oleandro.

Poi, è importate non bruciare mai le foglie ed i rami dopo una potatura, perché alche il fumo può essere inquinato. Lo spatiphyllum, noto anche come giglio della pace, è un’altra pianta d’appartamento bella e comune, che fa parte della categoria di piante pericolose e tossiche. Anche questa pianta comprende cristalli di ossalato di calcio, parecchio pericolosi sia per gli esseri umani che per gli animali domestici.

Se un cane o un gatto mastica o inghiotte una parte delle foglie o dello stelo i sintomi possono essere i seguenti: ingrossamento della lingua, salivazione smisurata e vomito. In casi più gravi può produrre anche insufficienza renale, patologia molto pesante negli animali domestici. Il giglio della pace è molto velenoso anche per gli esseri umani a causa della presenza di licorina un composto tossico aderente alla classe degli alcaloidi che provoca: gonfiore delle labbra e della lingua, nausea, vomito, diarrea e problemi a deglutire. Infine parliamo della Syngonium.

Questa è una pianta molto affascinante esteticamente e facile da coltivare. Sfortunatamente anche questa rientra tra le piante da appartamento tossiche, sia per gli esseri umani che per gli animali. La linfa e le foglie di siffatta pianta includono cristalli di ossalato intensamente tossici. Venire a contatto con la linfa o le foglie può portare ad irritazione della pelle, gonfiore, bruciore della bocca e della gola.

Ecco dunque le piante da appartamento più nocive e velenose se tenute all’interno.

Related Posts

Lascia un commento