apoteosi-fossano!-i-blues-conquistano-la-salvezza-al-termine-di-120-minuti-incredibili

Apoteosi Fossano! I blues conquistano la salvezza al termine di 120 minuti incredibili

Al termine di una partita di rara intensità il Fossano conquista la salvezza grazie al 2-2 (dopo i tempi supplementari) nello spareggio playout con l’RG Ticino.

Dopo l’1-1 al termine dei 90′ regolamentari (Galvagno e Fontana) gli ospiti si portano in vantaggio con un rigore di Vitiello ma il solito Menabò estrae dal cilindro una punizione da campione firmando il definitivo 2-2 a poco più di dieci minuti dalla fine (blues salvi grazie al miglior piazzamento in campionato). I blues giocheranno ancora in Serie D.

LA CRONACA

Il Fossano parte senza paura, correndo e pressando fin dal fischio d’inizio. Atteggiamento premiato dall’immediato vantaggio, firmato da Galvagno. Sontuoso assist di esterno di Specchia dalla destra, altrettanto formidabile il colpo di testa in tuffo del numero 33, 1-0 all’8′. Galvanizzata dal vantaggio la squadra di casa sfiora subito il raddoppio. Bellocchio, in proiezione offensiva, si vede deviare una conclusione sottomisura. Il Ticino non ci sta e prova a cambiare rotta. Al 18′ Merlano si fa trovare pronto sul diagonale di Sbrissa. Gli ospiti crescono ed impattano al minuto 22. Corner di Puntoriere, tacco di Sansone e colpo di testa vincente di Fontana: 1-1. Dopo la sofferenza dei primi minuti la squadra di Costantini prende in mano la partita e chiude la frazione attaccando. Al 38′ Merlano alza in corner un potente tiro di Della Vedova. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-1. Blues molto bene in avvio, prima della reazione novarese.

RG Ticino pungente anche in avvio di ripresa, soprattutto su palle inattive. Il Fossano difende e riparte ma Menabò è ottimamente controllato dai difensori avversari. Al quarto d’ora Puntoriere mette i brividi al “Pochissimo”: discesa irresistibile sulla destra e conclusione potente, respinta in angolo da Merlano. Primo cambio della partita al 65′: Coulibaly rileva Leonardo Di Salvatore. Poco dopo tocca a Rosano, in campo per Della Valle. Costantini risponde con Vitiello al posto di Sansone. A dieci dalla fine scocca invece il momento di Marin: esce uno stanco (e già ammonito) Bellocchio. Grande chance per i blues un minuto più tardi. Lungo lancio di Coulbaly per Menabò, anticipato di un soffio sul punto di calciare. Sulla ribattuta Scarafia non ne approfitta e l’azione sfuma. Tanti errori, da una parte e dall’altra, con l’avvicinarsi del 90′. Circostanza inevitabile, vista la posta in palio. Al 93′ ci prova Viti (subentrato a Battistello) con un colpo di testa in mischia che non inquadra la porta a Merlano battuto. Il pallone della (possibile) salvezza capita sul piede di Scarafia all’ultimo secondo. La sfera schizza in area, il numero 18 calcia forte ma centra Oliveto. Parità al termine dei 90′, si va ai supplementari. 

I supplementari iniziano con una palla gol clamorosa per gli ospiti, proiettati all’attacco dal momento che il pareggio dopo 120 minuti salverebbe il Fossano. Merlano è superlativo su Vitiello, lesto a calciare un pallone nel cuore dell’area dopo un’incredibile carambola. Partita incandescente: Coulibaly sfonda a sinistra e mette in mezzo, il tiro di Menabò viene contratto dalla gambe dei difensori. Al 12′ colpo di scena. Fontana entra in area, Coulibaly lo colpisce: rigore. Dal dischetto Vitiello insacca, 1-2. Non è finita perchè il Fossano ha una nuova occasione per raddrizzare la gara. Traversone di Coulibaly, Fogliarino batte a colpo sicuro ma colpisce il palo. Mister Costantini è agitatissimo in panchina, l’arbitro lo espelle. Il primo tempo supplementare si chiude con il Ticino avanti di una rete ma anche con la sensazione che i giochi non siano ancora conclusi. 

Apoteosi Fossano al 3′ del secondo supplementare: Menabò su punizione porta i suoi sul 2-2. Fenomenale la battuta del bomber che si insacca alla sinistra di Oliveto. Il Ticino è piegato, i minuti passano ed il risultato non cambia più. Fossano può esultare per la terza salvezza di fila.

TABELLINO

Fossano (4-2-3-1): Merlano, Specchia, Bellocchio (79′ Marin), Scotto, Quaranta; Adornin (82′ Matera), Della Valle (75′ Rosano); Scarafia (5’pts Fogliarino), Galvagno, L.Di Salvatore (65′ Coulibaly); Menabò. A disp: Chiavassa, Lima Barbosa, Giraudo, G.Di Salvatore, Fogliarino, 

RG Ticino (4-3-3): Oliveto, Fontana, Rosato, Longhi, Della Vedova (9’pts Spitale); Sbrissa, Ogliari, Battistello (89′ Viti); Lorenzo (2’pts Baiardi), Sansone (75′ Vitiello), Puntoriere (82′ Longo). A disp: Amata, Cannistra, Lionetti, Spitale, Bedetti, Longo, 

Gol: Galvagno 8′, Fontana 22′, Vitiello (rig) 14′ pts, Menabò 3′ sts

Ammoniti: Scotto, Sbrissa, Adorni, Bellocchio, Della Vedova, Coulbaly

Espulsi: Costantini per proteste

Arbitro: Antonio Di Reda di Molfetta; assistenti Luca Bernasso di Milano e Gianluca Scardovi di Imperia

Related Posts

Lascia un commento