bambino-morto-all’acquapark-di-battipaglia,-gli-investigatori:-potrebbe-aver-battuto-la-testa

Bambino morto all’acquapark di Battipaglia, gli investigatori: potrebbe aver battuto la testa

Il piccolo Flavio potrebbe essere deceduto dopo aver battuto la testa. Queste le possibili cause del decesso secondo gli investigatori.

Bambino acquapark Battipaglia cause

Un colpo alla testa sarebbe stato al piccolo Flavio Parmendola fatale. Il bambino, stando a quanto hanno ipotizzato gli investigatori della squadra mobile di Salerno, a seguito dell’impatto, avrebbe riportato delle lesioni interne che non gli avrebbero lasciato alcuno scampo.

In ogni caso, per avere un quadro più chiaro della vicenda, è necessario attendere l’esito dell’autopsia. 

Bambino morto nell’acquapark Battipaglia, le cause del decesso

Su questo caso, la Procura ha provveduto ad aprire un fascicolo. Stando a quanto emerso da un primo controllo effettuato dal consulente incaricato dai magistrati, non sono stati rilevati lesioni o segni di sanguinamento. Si valuta dunque se il piccolo possa aver accusato un malore e se, durante la discesa possa aver battuto la testa. 

Il sindaco di Pompei: “Nessun genitore dovrebbe sopravvivere ai figli”

Nel frattempo il primo cittadino di Pompei, Carmine Lo Sapio ha trasmesso, attraverso i social, un messaggio di cordoglio alla famiglia del bambino: “Addolorati per il grave lutto che vi ha colpiti, partecipo sentitamente al vostro dolore nessun genitore dovrebbe sopravvivere ai figli. La perdita di un figlio è come se fermasse il tempo, si apre una voragine che inghiotte il passato e anche il futuro. È uno schiaffo alle promesse, ai doni e sacrifici d’amore gioiosamente consegnati alla vita che abbiamo fatto nascere”.

Related Posts

Lascia un commento