concorsi-e-stabilizzazioni-infermieri,-oss-e-professioni-sanitarie-palese-(regione-puglia)-scarica-mancate-assunzioni-sulle-asl.

Concorsi e Stabilizzazioni Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie. Palese (Regione Puglia) scarica mancate assunzioni sulle ASL.

In una recente intervista a Telerama, emittente televisiva locale, l’assessore alla sanità della Regione Puglia, Rocco Palese, scarica tutte le colpe della lentezza per assunzione dalle graduatorie consorsuali e per la mancata stabilizzazioni di Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie nelle Aziende Sanitarie Locali.

Palese è chiaro, non avendo una pianta organica aggiornata le ASL hanno impiegato 4 mesi per comunicare alla Regione, tramite il Dipartimento di Promozione della Salute, le loro necessità organiche.

E non è tutto, come da tempo sta denunciando AssoCareNews.it, Palese ha dovuto ammettere che si doveva proseguire con la chiamata degli idonei in graduatoria (50%) e con la stabilizzazione dei precari (50%). Tutto ciò non è avvenuto con grave nocumento della qualità dell’assistenza e dei soggetti interessati da scorrimenti di graduatoria e immissione nel ruolo.

Alla lentezza delle Aziende sanitarie vanno aggiunte ovviamente anche le troppe promesse elettorali della politica (mai mantenute finora), non escluse quelle del Governatore Michele Emiliano, le pressioni dei sindacati (che hanno spinto maggiormente sulle stabilizzazioni paralizzando di fatto tutte le assunzioni) e la bradicinesi della tecnostruttura delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliere e delle Sanitaservice regionali.

Da mesi il nostro quotidiano sta parlando di quanto Palese ha dovuto ammettere davanti ai microfoni del collega di Telerama. Palese non ha fatto alcun cenno sul suo predecessore, Pierluigi Lopalco, che aveva promesso mari e monti durante la campagna elettorale per il rinnovo delle cariche elettive regionali, ma che poi non ha prodotto alcunché in termini proprio di assunzioni e di stabilizzazioni. Di fatto si sono persi due lunghi anni che hanno danneggiato l’intera sanità pugliese, oltre che avvilito migliaia di lavoratori e di colleghi che speravano di tornare dal Nord in terra natia.

Ecco il servizio:

Qua è prevista la visualizzazione di un video Youtube, ma non può essere visualizzato perché non hai dato il consenso all’istallazione dei cookie di tipo Marketing. Se vuoi visualizzare questo video devi dare il consenso all’installazione dei cookie Marketing. Vai nelle Impostazioni cookie e abilita i cookie Marketing.

Leggi anche:

Redazione AssoCareNews.it

Related Posts

Lascia un commento