costruzione-dello-scolmatore:-partiti-i-lavori-di-movimento-terra-in-frazione-gallo

Costruzione dello scolmatore: partiti i lavori di movimento terra in frazione Gallo

In zona della Parea da qualche giorno ruspe e camion hanno iniziato a lavorare nella grande fetta di terreno transennata: il Comune di Grinzane Cavour ha dato il via ai lavori del primo Lotto per la costruzione dello scolmatore. Un investimento di 950 mila Euro interamente finanziato, su un progetto totale di 1.9 milioni di Euro.

L’importante opera è attesa da anni così da evitare allagamenti a case e attività artigianali di questa porzione di pianura le cui vie, in caso di piogge torrenziali, vengono letteralmente trasformate in corsi d’acqua.

«Siamo riusciti a far partire i lavori del primo lotto – afferma il sindaco Gianfranco Garau – grazie ad una richiesta urgente di terra, un’occasione che ci è sembrata vantaggiosa. Infatti si stanno facendo operazioni di scavo per poi livellare il terreno in preparazione dell’opera vera e propria che interesserà la costruzione della vasca di contenimento acque piovane con sistema di rilascio in sicurezza.Oltre a questo un’altra spinta è arrivata dal contributo di 95 mila Euro (pari al 10% dell’investimento di questo primo lotto) elargito dallo Stato per far fronte ai rincari. A breve verrà aperta la gara per l’affidamento dei lavori relativi allo scolmatore.In questa fase preparatoria, oltre a togliere la terra in eccesso, che, come ho accennato, verrà riutilizzata per altre opere, si analizza il terreno e l’eventuale presenza di reperti di carattere archeologico».Oltre a questo importante intervento, sono ripresi i lavori per finire l’arredo urbano e la messa in sicurezza dei pedoni in via Garibaldi: «Ieri (2 novembre) è iniziato il secondo lotto per il completamento dell’arredo urbano nell’ultimo tratto in via Garibaldi che va dalle Poste alla distilleria Montanaro. Anche qui verranno posizionati alberi, paletti per la sicurezza dei pedoni e fioriere decorative. L’importo totale dell’intervento è di 40 mila Euro. Sono anche ripresi da pochi giorni i lavori di completamento del nuovo asilo, provvisoriamente sospesi per problemi all’impresa appaltatrice. Ora siamo riusciti ad ottenere il subentro di una nuova ditta e, se tutto andrà bene, dovremmo consegnare l’asilo alla comunità nell’arco del 2023» le parole finali del primo cittadino.

Related Posts

Lascia un commento