e-nata-ad-alba-la-fondazione-mancini-carini-per-l’arte-e-la-letteratura

È nata ad Alba la Fondazione Mancini Carini per l’arte e la letteratura

Costituita da pochi giorni ai piedi delle cento torri la Fondazione Mancini Carini ha inaugurato la sua attività al Castello di Perno, con un progetto editoriale e un omaggio espositivo dedicato a Giulio Paolini, artista concettuale di fama internazionale, vincitore del Premio Imperiale per la pittura nel 2022.

Si tratta di un progetto nato dalla volontà di indagare sotto l’aspetto storico, artistico e letterario i rapporti professionali e personali che, a partire dagli anni ’60, legarono Giulio Paolini, Giulio Einaudi e Italo Calvino, nelle coordinate delle Edizioni Einaudi e del Castello di Perno, che della casa editrice fu, per anni, importante base operativa.

A dare maggiore valore alle venti opere presentate in mostra, viene esposta “O.D.E”, acronimo di Occhiali di Einaudi, opera realizzata da Paolini dieci anni fa, in occasione della celebrazione del centenario della nascita dell’editore, che ha dato anche il titolo del libro.

Tra i protagonisti della serata la dottoressa Marta Mancini, odontoiatra e presidente della neonata Fondazione e il marito, l’ingegner PierPaolo Carini, amministratore delegato di Egea e vicepresidente della Fondazione, che hanno sentito il desiderio e il dovere di impegnarsi nel supportare il territorio investendo in arte e letteratura, in modo da poter condividere il tutto con la comunità.

“L’idea della Fondazione è nata qualche tempo fa – racconta Marta Mancini – incontrandoci con alcuni amici con i quali condividiamo la passione per l’arte e la letteratura. In uno di questi incontri mi sono ricordata dell’acquisto fatto un paio di anni prima della prima edizione di ‘Ossi di Seppia’ di Eugenio Montale, con dedica autografa del grande poeta. Il volume di poesie ha acceso in noi l’idea di far nascere la Fondazione con lo scopo di riconoscere e valorizzare l’ambiente in cui viviamo, e l’intelligenza delle persone che lo abitano, nelle varie forme espressive”.

La mostra, curata da Paolo Repetto e The Musketeers, è stata prodotta dalla Fondazione Mancini Carini in collaborazione col Castello di Perno Arti Contemporanee e la Fondazione Giulio Einaudi, e rimarrà aperta al pubblico fino al 19 novembre prossimo.

Parallelamente è stata prevista la presentazione del progetto editoriale in occasione della fiera d’arte Artissima a Torino, nell’ambito di un incontro tenutosi nel pomeriggio di oggi, venerdì 4 novembre.

Telefonando al numero 0173/447742 (orari ufficio) è possibile prenotare una visita guidata presso il Castello di Perno con la presenza del curatore della mostra Paolo Repetto, nelle giornate di sabato 5 Novembre, dalle 18.00 alle 20.00, venerdì 11 novembre, dalle 17.00 alle 19.00 e sabato 12 Novembre, dalle 10.00 alle 12.00.

Related Posts

Lascia un commento