ecco-cosa-tutti-si-dimenticano-di-pulire-in-casa:-la-guida-contro-i-batteri

Ecco cosa tutti si dimenticano di pulire in casa: la guida contro i batteri

Mantenere la casa pulita e profumata è l’obiettivo di tutti. Pulire tutte le stanze, specialmente se si ha una casa grande, non è facile e molto divertente. Difatti spesso si perde la voglia di pulire tutti gli angoli della casa. Questo però porta al sottovalutare la formazione di germi e batteri in quei punti della casa che sottovalutiamo dal punto di vista delle pulizie.

Ecco cosa tutti si dimenticano di pulire in casa: la guida contro i batteri

In un lavandino da cucina, per esempio, possono proliferare fino a 10.000 batteri per centimetro quadrato. Per restituirvi un confronto, sulla tavoletta del WC se ne trovano solo 8 per centimetro quadrato. Quindi pensateci bene, quando vi casca un pomodoro nel lavandino e lo mettete nell’insalata senza poi risciacquarlo.

La cosa da fare sarebbe pulire il lavandino una volta al giorno con un detersivo tradizionale. Non dimenticatevi di occuparvi anche della spugna, perché si riempie di germi molto rapidamente. Collocatela in lavastoviglie per disinfettarla e cambiatela spesso. Poi, le maniglie delle porte sono come gli appoggi dell’autobus o della metropolitana.

Difatti vengono palpati ogni giorno da varie mani, quasi sempre non lavate, ma nessuno se ne occupa. In questo modo si arrischia di passare i germi da una persona all’altra senza nemmeno bisogno di un contatto fisico diretto. Su maniglie ed interruttori si trovano diversi tipi di batteri, specialmente di tipo fecale ovvero quelli che possono originare infiammazioni gastrointestinali, diarrea o intossicazioni alimentari. Qui bisognerebbe attuare una operazione disinfettante ogni settimana.

L’aceto è un ottimo antibatterico, basterà metterne un po’ su di un panno e strofinarlo sulle superfici interessate. Infine uno studio britannico ha scoperto che i tappeti sono il rifugio perfetto per milioni di batteri della famiglia E. Coli. Durante gli stessi studi, le ricerche di laboratorio hanno provato anche la presenza di tracce di feci umane ed animali. È fondamentale dunque, passare l’aspirapolvere almeno una volta alla settimana, principalmente nei punti dove è più semplice che la polvere si ammucchi, per esempio sotto al letto e al divano.

Ecco dunque a quali della zona, sottovalutate, è bene stare attenti cercare di fare uno sforzo in più che possa limitare la trasmissione di germi e batteri domestici.

Related Posts

Lascia un commento