foggia,-incidente-in-elicottero:-la-vicenda-di-maurizio-de-girolamo

Foggia, incidente in elicottero: la vicenda di Maurizio De Girolamo

Incidente a Foggia, caduto un elicottero: tra le vittime un medico di 64 anni che aveva appena finito il turno.

Maurizio De Girolamo

Grave il bilancio dell’incidente avvenuto tra San Severo e Apricena, dove un elicottero della compagnia Alidaunia, partito dalle isole Tremiti e diretto a Foggia, è caduto. Le vittime sono un’intera famiglia proveniente dalla Slovenia, i due piloti del velivolo, Andrea Nardelli e Luigi Ippolito, e il medico del 118 Maurizio De Girolamo (64 anni).

Quest’ultimo aveva finito il suo turno lavorativo: stava tornando a casa.  

Incidente a Foggia: De Girolamo non ha preso il traghetto per il mare agitato

Maurizio De Girolamo non ha preso il traghetto a causa del mare agitato. Di conseguenza, il medico ha optato per l’elicottero, per tornare a casa. L’uomo lavorava per la postazione del 118 alle isole Tremiti. Aveva da poco terminato il suo turno lavorativo.

Come informa Leggo è probabile che il medico avesse lavorato durante la notte.

Calabrese: “Condizioni marine avverse”

A confermare il perché della scelta di Maurizio De Girolamo di prendere l’elicottero al posto del traghetto è stato il sindaco delle Tremiti Peppino Calabrese. Il primo cittadino ha riferito nel corso di un’intervista a Sky: “Il medico aveva appena terminato il turno di lavoro ed ha deciso di prendere l’elicottero anziché la nave per le condizioni meteo marine avverse.

Qui da noi si è abbattuta una fitta nebbia. La nostra comunità è sotto choc”. 

Related Posts

Lascia un commento