il-pistolero-torna-a-casa:-luis-suarez-firma-con-il-nacional

Il Pistolero torna a casa: Luis Suarez firma con il Nacional

Luis Suarez torna a casa. È ufficiale il trasferimento dell’attaccante uruguaiano al Nacional di Montevideo, società dove aveva mosso i primi passi da calciatore nel lontano 2003. A comunicarlo è lo stesso calciatore attraverso un post su Twitter: «Adesso lo posso dire ufficialmente. Sono orgoglioso di tornare a vestire la mia maglia al Nacional. Grazie a tutti per il sostegno, ci vediamo presto». Dopo pochi minuti è arrivata sempre attraverso i social la risposta del club uruguaiano, pronto a riaccogliere il suo campione: «Il sogno di tutti, l’amore per i colori e la gioia di rivederti con la maglia più bella del mondo. Felice di averti a casa».


July 27, 2022

Chiudere la carriera in Uruguay

Luis Suarez chiuderà la carriera in Uruguay. Una scelta di cuore quella dell’attaccante, che ha lasciato sul tavolo diverse offerte dall’Europa che però non lo convincevano. Il Pistolero è voluto tornare a casa, nel club dove è cresciuto calcisticamente fin da bambino, quando a 13 anni si trasferì dalla piccola cittadina di Salto a Montevideo. Dal 2000 i primi calci, ma il vero e proprio salto fu nel 2003 quando entrò a far parte delle giovanili del club. Dopo due anni, nel 2005 esordì in prima squadra facendosi subito notare per le sue qualità e vincendo il campionato nazionale, tanto da attirare l’interesse dei club europei. Nel 2006 sbarca in Olanda, al Groningen. Quindi Ajax, Liverpool, Barcellona Atletico Madrid. Lascia l’Europa dopo 691 presenze e 436 gol, senza mai esser passato per l’Italia. La Juventus provò a tesserarlo nell’estate del 2020, senza riuscirci, con l’appendice dell’esame farsa per la cittadinanza italiana. Luis Suarez era svincolato dopo l’avventura a Madrid, ora è pronto a scrivere un altro capitolo con la squadra del suo cuore.


Continua a leggere su Open

Leggi anche:

Related Posts

Lascia un commento