il-testamento-di-leonardo-del-vecchio:-azioni-a-milleri-e-bardin,-le-ville-alla-moglie-nicoletta-zampillo

Il testamento di Leonardo Del Vecchio: azioni a Milleri e Bardin, le ville alla moglie Nicoletta Zampillo

Otto parti uguali. L’Ansa ha visionato e pubblicato il testamento di Leonardo Del Vecchio, l’imprenditore patron di ExilorLuxottica, morto a Milano lo scorso 27 giugno. Otto parti uguali come era stato annunciato del capitale della cassaforte Delfin ai figli e alla moglie di Del Vecchio. I documenti sono composti da un testamento pubblico steso dal notaio il 10 ottobre 2017 e da tre brevi testamenti olografi.

Gli azionisti della holding sono: Claudio, Marisa e Paola Del Vecchio (figli della prima moglie Luciana Nervo), Leonardo Maria (l’unico figlio di Nicoletta e di Del Vecchio), e Luca e Clemente (avuti dalla compagna Sabina Grossi), Rocco Basilico (nato dal matrimonio tra Nicoletta e il primo marito Paolo Basilico) e la vedova.

Francesco Milleri, presidente e ceo di EssilorLuxottica oltre che presidente di Delfin, e di Romolo Bardin, ceo della cassaforte lussemburghese compaiono anche loro tra gli eredi: al primo Del Vecchio ha lasciato 2,15 milioni di azioni EssilorLuxottica (quasi lo 0,5% del capitale) che valgono circa 340 milioni di euro agli attuali valori di Borsa, al secondo 22.000 azioni, pari a 3,5 milioni di euro.

Alla moglie Nicoletta Zampillo, sposata una prima volta nel 1997 e una seconda nel 2010, madre del quartogenito Leonardo, andranno anche gli immobili a Milano e Roma, Villa La Leonina di Beaulieu Sur-Mer, vicino a Nizza in Costa Azzurra, e la casa del buen retiro di Antigua, ai Caraibi.

I tre testamenti olografi sono stati scritti di proprio pugno da Del Vecchio. Le integrazioni sono state aggiunte a ottobre 2017, due anni dopo e nel marzo 2021. Le integrazioni hanno previsto il pacchetto di azioni Acqua Mundi a Milleri, un pacchetto di azioni Essilux e il pacchetto di azioni a Bardin.

Dalla prima moglie Luciana Nervo Del Vecchio aveva avuto i figli Claudio, Marisa e Paola, dalla seconda moglie Nicoletta Zampillo aveva avuto Leonardo Maria. Da Sabina Grossi aveva avuto i figli Luca e Clemente. Delfin Srl è la società che detiene tutte le partecipazioni azionarie e la liquidità di Del Vecchio. Ha sede in Lussemburgo. Per Forbes Del Vecchio era il 62esimo uomo più ricco al mondo, il secondo in Italia, con un patrimonio stimato intorno ai 27,3 miliardi di dollari. Stando allo statuto toccherà ora al cda nominare un presidente o meno di Delfin.

L’articolo Il testamento di Leonardo Del Vecchio: azioni a Milleri e Bardin, le ville alla moglie Nicoletta Zampillo proviene da Il Riformista.

Related Posts

Lascia un commento