irene-pivetti:-“vivo-con-mille-euro-al-mese,-lavoro-in-una-mensa-sociale-e-abito-in-un-dormitorio.-la-mia-vita-e-gratificante”-–-il-fatto-quotidiano

Irene Pivetti: “Vivo con mille euro al mese, lavoro in una mensa sociale e abito in un dormitorio. La mia vita è gratificante” – Il Fatto Quotidiano

| 11 Novembre 2022

Mi mantengo con i mille euro mensili che mi dà la cooperativa sociale per il lavoro che svolgo alla mensa. Ma non mi lamento. Non è questo il problema. C’è gente che non ha neppure quelli. La vita che sto facendo è molto gratificante”. A parlare così in una intervista rilasciata al settimanale Gente in edicola l’11 novembre è Irene Pivetti. L’ex parlamentare ed ex presidente della Camera, 59 anni, spiega: “Da metà ottobre coordino il ristorante Smack, una mensa sociale del centro sociale di via Tazzoli a Monza. E abito nel dormitorio adiacente: è più comodo perché non ho l’automobile. E poi non potrei permettermela”. Pivetti racconta anche dell’indagine per evasione fiscale, nell’ambito della quale le hanno sequestrato 3,5 milioni di euro: “Sono indagata, non sono neppure rinviata a giudizio. Però, queste cose innescano dei processi mediatici devastanti, la banca ti impedisce di fare qualsiasi cosa. Diventa un inferno. All’improvviso frana tutto ciò che hai fatto nella tua vita. E di colpo sei un criminale. Mi hanno azzerato la società, mi hanno distrutto tutto. E io avevo messo tutti i miei beni lì. Hanno avuto la buona idea di privarmi dei mezzi di sussistenza, ma fa niente”. E conclude: “Non ammetto niente perché non ho fatto niente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Antonio Dikele Distefano: “I neri di seconda generazione si sentono italiani al 100%, lo Stato invece non li rappresenta” – Ecco perché Autumn Beat è importante

next

Related Posts

Lascia un commento