la-dieta-migliore-al-mondo?-sempre-la-mediterranea

La dieta migliore al mondo? Sempre la Mediterranea

Diets ranking

La Dieta mediterranea si aggiudica il podio anche per il 2023 del best diets ranking, elaborato dal media statunitense U.S. News & World’s Report’s, seguita da quella dash e dalla flexariana

La dieta migliore al mondo? Sempre la Mediterranea

La Dieta mediterranea si aggiudica il podio anche per il 2023 del best diets ranking, elaborato dal media statunitense U.S. News & World’s Report’s, seguita da quella dash e dalla flexariana

La dieta migliore al mondo? Sempre lei, la mediterranea che si aggiudica il podio del best diets ranking elaborato dal media statunitense U.S. News & World’s Report’s, noto a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori. In seconda posizione la dieta dash contro l’ipertensione, terza la flexariana, un modo flessibile di alimentarsi.

La dieta mediterranea in testa alla classifica mondiale delle migliori diete La dieta migliore al mondo? Sempre la Mediterranea

La dieta mediterranea in testa alla classifica mondiale delle migliori diete

A seguire le diete mind e Tlc

Al quarto posto la dieta mind che previene e riduce il declino cognitivo e quinta classificata la dieta Tlc (Therapeutic Lifestyle Changes) creata dal National Cholesterol Education Program del National Institutes of Health con l’obiettivo di ridurre il colesterolo come parte di un regime alimentare salutare per il cuore con molta verdura, frutta, pane, cereali, pasta e carni magre.

Sana e facile da seguire

La dieta mediterranea ha vinto la sfida tra 24 diverse alternative con un punteggio di 4,6 su 5 grazie agli effetti positivi sulla salute ed è anche fra le più facili da seguire, adatta alle famiglie, semplice da organizzare con alimenti di base, incoraggia un consumo moderato di grassi sani, come l’olio d’oliva, e scoraggia i grassi malsani, come i grassi saturi, con meno del 30% circa delle calorie totali provenienti dai grassi ed è adatta a chi segue prescrizioni religiose halal o kosher.

Minacciata dal cambiamento climatico e non solo

Nonostante tutto ciò, la dieta mediterranea è sotto attacco degli effetti del cambiamento climatico, dell’esplosione dei costi di produzione e delle scelte dell’Unione Europea che boccia il vino con etichette allarmistiche e promuove i grilli a tavola.

Per il presidente della Coldiretti Ettore Prandini «l’equilibrio nutrizionale va ricercato tra i diversi cibi consumati nella dieta giornaliera come nel sistema di etichettatura a batteria, e non certo sullo specifico prodotto».

Related Posts

Lascia un commento