la-sterlina-che-vale-migliaia-di-euro:-ecco-di-quale-stiamo-parlando

La sterlina che vale migliaia di euro: ecco di quale stiamo parlando

Come tutte le cose, la sterlina si può trovare originale ma anche falsa. Per non cadere in questi tranelli, ecco alcuni trucchetti per capire se la moneta in questione è vera oppure no. Innanzitutto bisogna toccare la moneta ed esaminarla al tatto. Quelle false, sono più vellutale al tatto e hanno dei contorni più taglienti. Se avete a disposizione una moneta vera usatela come diapason.

Portatela vicino all’orecchio e colpite il bordo con un’altra moneta. Fate lo stesso poi con quella da analizzare, se i suoni sono differenti, la moneta è falsa. Verifica anche la data, di solito le monete false vengono coniate in anni diversi rispetto a quelle vere. Per finire, verificate anche la dimensione, il peso e lo spessore.

La sterlina che vale migliaia di euro: ecco di quale stiamo parlando

Tornando alle sterline d’oro originali, ne esistono alcune rare, molto difficile da trovare. La più particolare è la Sterlina d’oro Elisabetta II 1989, coniata 31 anni fa per festeggiare 500 anni della moneta britannica.

Il 1989 è stato un anno importante per la moneta, per questo motivo la zecca britannica ha coniato una versione solo per quell’anno. Sul rovescio è raffigurato una rosa Tudor, cioè la prima dinastia britannica, sovrapposta allo scudo reale. Sul diritto invece, venne raffigurata la regina Elisabetta II seduta sul trono mentre impugna due scettri, quello del re e quello dell’equità e della misericordia simboli del potere temporale e spirituale.

La moneta è stata opera di Bernard Sindall che si ispirò alla prima storica versione. Questa sterlina é speciale perché è l’unica ad avere avuto cambiamenti su entrambi i lati.

Questa moneta è molto rara e ricercata da tanti collezionisti. Vale infatti molto più del suo valore in oro, può arrivare anche a 1000 euro. Ovviamente deve essere in ottime condizioni, senza graffi o ammaccature e ovviamente deve essere originale, con la sua certificazione.

Related Posts

Lascia un commento