nissan-ariya-si-prepara-all’impresa:-al-volante-un-pilota-d’eccezione

Nissan Ariya si prepara all’impresa: al volante un pilota d’eccezione

La Nissan Ariya sarà protagonista di un viaggio dal Polo Nord al Polo Sud con al volante un pilota d’eccezione.

Dopo il debutto sul mercato dei mesi scorsi, la Nissan Ariya si appresta a diventare la protagonista di un’autentica impresa: un viaggio che partirà dal Polo Nord con destinazione Polo Sud, chiamato per l’occasione “Pole to Pole”.

Nissan Ariya
(Nissan media press)

In totale saranno 27.000 i km che dovrà percorrere un pilota d’eccezione: il conduttore britannico Chris Ramsey, che guiderà una Ariya con trazione integrale e-4ORCE passando attraverso America Settentrionale, Centrale e Meridionale per poi concludere la sua missione nell’Antartico. La partenza è fissata a marzo 2023.

Per Ramsey, tuttavia, non sarà una prima volta assoluta. Infatti, già nel 2017, era stato il primo ad affrontare il Mongol Rally a bordo di un veicolo interamente elettrico, che anche in quell’occasione era una Nissan (Leaf). In questa avventura, lo showman inglese percorse 16.000 km in 56 giorni insieme alla moglie Julie.

Nissan Ariya protagonista di un’impresa da record

Nissan Ariya Chris Ramsey
(Nissan media press)

Per permetterle di affrontare un percorso che prevede tratti impervi in montagna e nel deserto, nonché temperature estreme tra -30°C e 30°C, la Casa giapponese ha modificato la Nissan Ariya rinforzandone la carrozzeria. Inoltre, l’ha equipaggiata con cerchi, sospensioni e pneumatici appositamente sviluppati per la guida off road.

Al suo fianco durante il viaggio, ci sarà una seconda Ariya e-4ORCE che fornirà il proprio supporto al crossover guidato da Ramsey.

e-4ORCE, lo ricordiamo, è il più avanzato sistema di trazione integrale sviluppato da Nissan, composto da due motori elettrici, uno per ogni asse, e da un sistema che regola forza motrice e azione del freno sulle quattro ruote. Prevista anche la frenata rigenerativa sull’asse posteriore che provvede a recuperare energia utile da trasferire alla batteria.

È stato lui stesso a ideare la spedizione “Polo to Pole“, per “dimostrare che i veicoli elettrici sono in grado di affrontare gli ambienti più impervi, dal freddo rigido dei poli al caldo umido della giungla del Sud America e capaci, al tempo stesso, di regalare grandi emozioni“. Poi ha aggiunto: “Poter contare su un partner importante come Nissan, sulle sue vetture e sulle sue tecnologie, per noi è fondamentale“.

Questa avventura supporta la visione aziendale a lungo termine Nissan Ambition 2030 che, oltre a prevedere l’elettrificazione della gamma Nissan, punta molto sullo sviluppo di veicoli e tecnologie in grado di migliorare la mobilità e la vita delle persone.

Nissan Ariya
(Nissan media press)

Related Posts

Lascia un commento