no,-lego-non-ha-creato-delle-«figurine»-dedicate-al-battaglione-azov

No, Lego non ha creato delle «figurine» dedicate al battaglione Azov

Il 22 luglio 2022 su Facebook è stata pubblicata un’immagine che mostra tre minifigure Lego riprodotte con indosso una mimetica e armate di fucile. Ognuna delle tre statuette viene ricondotta alla foto di un membro del battaglione Azov, unità militare ucraina. L’immagine è accompagnata da un commento, scritto dall’autore del post, in cui si legge: «La “ LEGO “ ha creato delle figurine dedicate apposta ai eroi di battaglione AZOV . “ LEGO MILITARY THE BROTHER BRICK”».

Si tratta di un’immagine fuorviante, che veicola una notizia falsa.

Innanzitutto, le foto dei militari contenute nel post sono rispettivamente Bogdan Krotevich, Denys Prokopenko e Sviatoslav Palamar, tre esponenti di alto rango del battaglione Azov, milizia militare ultranazionalista inquadrata nella Guardia nazionale dell’Ucraina, la componente di riserva delle forze armate di Kiev. 

Le minifigure presenti nell’immagine esistono realmente, ma non sono state create dall’azienda danese Lego. Ad assemblarle è stato invece Andrew Becraft, fondatore del sito web The Brothers Brick, spazio digitale dove i fan di Lego condividono le loro creazioni. 

Il 21 luglio 2022 Becraft aveva pubblicato su Twitter le sue opere, precisando che si trattava di «minifigure personalizzate» e di «prodotti non ufficiali» dedicati ai soldati del battaglione Azov «che hanno resistito a Mariupol per quasi 3 mesi». In un tweet del 16 luglio, sollecitato su alcune sue precedenti creazioni, Becraft aveva spiegato di aver realizzato le statuette «combinando normali parti LEGO, parti LEGO stampate su misura ed equipaggiamenti personalizzati».

Contattata dai colleghi di Reuters, il 25 luglio 2022 l’azienda Lego ha smentito la paternità delle creazioni, specificando che «questi non sono prodotti Lego ufficiali e non sono in alcun modo associati al Lego Group».

Related Posts

Lascia un commento