oltre-mille-persone-alla-prima-giornata-di-io-lavoro

Oltre mille persone alla prima giornata di Io Lavoro

Torino per due giorni capitale del lavoro: a IOLAVORO sono 83 le aziende, 33 le agenzie per il lavoro, 1.798 i profili professionali ricercati, per un numero complessivo di 6.582 offerte di lavoro. La 58esima edizione della più importante job fair italiana ha aperto oggi, 30 novembre, e continuerà domani, giovedì 1 dicembre, al Lingotto Fiere di Torino.

L’edizione 2022 si intitola “C’è posto per te”: un invito diretto a chi è in cerca di lavoro, vuole valorizzare le proprie competenze, potenziare le opportunità occupazionali ed entrare in contatto diretto con aziende, agenzie per il lavoro, recruiter, professionisti.  

Sono state oltre mille le persone che hanno partecipato alla prima giornata.

All’inaugurazione riflettori puntati soprattutto su orientamento, formazione e imprese. 

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, in collegamento da Bruxelles, ha inaugurato l’evento sottolineando come «Il mondo delle imprese ha fame di lavoro: lo testimoniano gli oltre 6.500 posti di lavoro disponibili per questa edizione di IOLAVORO. Obiettivo di questo appuntamento è favorire l’incrocio tra domanda e offerta. Auguro che IOLAVORO abbia successo e che, con questo suo ritorno in presenza, possa intervenire concretamente sulla vita delle persone. Le risorse della nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo sono arrivate: ora che abbiamo i nostri “serbatoi”  sono pieni, il nostro compito è investire al meglio, ed è quello che stiamo facendo».

 

Elena Chiorino, assessore regionale all’istruzione, lavoro, formazione professionale è intervenuta sottolineando come: «IOLAVORO è il grande salone del lavoro che illustra quanto sia il lavoro del “dietro le quinte” che si muove sull’asse delle politiche attive. Crediamo in particolar modo nell’orientamento, a lungo considerata la “cenerentola” delle politiche attive, che è alla base di tutte le misure di sostegno al lavoro, ecco quindi come la Regione Piemonte ci ha creduto investendo 7 milioni di euro, il finanziamento più importante mai fatto. All’orientamento si collega poi anche il tema delle Academy di filiera, che strutturano formazione e istruzione ai massimi livelli. Gli attori di questo sistema sono: imprese, università, start up, incubatori. Con questa nuova grande sfida che stiamo avviando, Regione Piemonte interviene non solo per ridurre al minimo la distanza fra domanda e offerta di occupazione, ma anche per anticipare le future necessità del mercato del lavoro. Da questa prospettiva il Piemonte è un modello di eccellenza, perché qui le filiere sono integre; penso in particolare al settore tessile e alla realtà delle piccole e medie imprese familiari. Il concetto di academy di filiera collega formazione continua di alta qualità al mondo di queste imprese, con l’obiettivo di non lasciarne indietro nessuna, potenziarne la capacità competitiva, incrementare quindi il dato occupazionale e, infine, rendere più grande il futuro della nostra nazione che porta il made in Italy in giro per il mondo. Non ci manca l’entusiasmo: questa di IOLAORO è l’edizione zero, perché segna una ripresa dopo anni di pandemia, perché abbiamo cercato di innovare con grande energia e perché ci permetterà di valutare eventuali correttivi e ripartire più in grande. IOLAVORO lavora in questa direzione». 

Federica Deyme, direttore Agenzia Piemonte Lavoro, ente strumentale della Regione Piemonte, ha concluso: «Sono orgogliosa di essere qui: all’interno di IOLAVORO non c’è solo lavoro, ma anche orientamento e formazione. L’integrazione tra questi aspetti va nella direzione della concretezza e del superamento della dicotomia fa lavoratori e imprenditori, fra pubblico e privato, fra un ente strumentale come il nostro e Regione Piemonte, che ci pone gli obiettivi. Fare sistema e lavorare insieme: questa è la soluzione e noi, oggi, la stiamo adottando. Insieme al mondo dei privati accreditati mi fa piacere, per esempio, annunciare che abbiamo raggiunto e superato il target di GOL, il programma nazionale di occupabilità dei lavoratori». 

Workshop e seminari 

Sono stati 29 i workshop e i seminari che si sono succeduti nel corso della prima giornata. I momenti di confronto hanno riguardato, tra gli altri, temi come apprendistato, certificazione delle competenze, autoimprenditorialità e eccellenze produttive. 

Sull’apprendistato, in particolare, si è tenuto un ricco e partecipato dialogo tra rappresentanti di istituzioni, imprese, esponenti del sistema datoriale e sindacale, studenti e docenti. Tutti insieme hanno evidenziato come questo strumento contribuisca a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica, aiuti a colmare il gap tra scuola e lavoro, apporti innovazione e contribuisca all’integrazione intergenerazionale e ne hanno prospettato le evoluzioni future. 

Per l’assessore regionale Elena Chiorino, intervenuta alla tavola rotonda, «l’apprendistato rappresenta una preziosa opportunità di contaminazione fra giovani e imprese, che va fatto conoscere meglio, reso più semplice, fruibile e adattabile alle mutevoli esigenze del mercato del lavoro». 

Consegna targa agli imprenditori del M.I.P.

Durante il pomeriggio l’assessore Elena Chiorino insieme all’assessore Andrea Tronzano hanno consegnato una targa di “ringraziamento” a tutte le nuove imprese nate con il programma regionale MIP – Mettersi in Proprio. In sala presenti più di 100 imprenditori di Torino e provincia che tra il 2019 e il 2022 hanno realizzato il proprio sogno imprenditoriale. «Mai come in questo momento è importante sostenere le diverse realtà locali, premiandone il coraggio imprenditoriale che garantisce la dignità del lavoro – ha sottolineato l’assessore Chiorino – supportare e sostenere concretamente la crescita economica delle nostre imprese, e quindi dei lavoratori, è un impegno imprescindibile di una politica lontano dall’assistenzialismo fine a se stesso. Mai come in questo momento storico è un vero piacere vedere tanti giovani mettersi alla prova, tra cui anche molte donne, un segnale ritengo sia da cogliere, un valore aggiunto per il nostro territorio che dobbiamo assolutamente preservare e tutelare. I giovani – ha detto l’assessore Tronzano – sono i maggiori interpreti dei grandi temi che possono garantire la svolta  attraverso l’innovazione, la creatività e il cambiamento. Grazie al loro coraggio e alla passione che impiegano per realizzare i propri sogni: non abbiate paura a farlo, faremo il possibile per sostenervi poiché siete un esempio per tutti noi».

Spazio ai giovani con WorldSkills 

Anche quest’anno IOLAVORO ospita WorldSkills, lo spazio dedicato all’orientamento professionale, dove agenzie formative e istituti tecnici e professionali piemontesi presentano le proprie offerte didattiche a studenti e famiglie. L’area formazione ospita 22 istituti scolastici e agenzie formative di Regione Piemonte che presentano al pubblico la propria offerta formativa. 

I mestieri in gara in questa edizione 2022 sono quattordici: acconciatura, costruzioni in mattoni, cucina, estetica, falegnameria, fresatura CNC, grafica multimediale, hotel reception, progettazione meccanica CAD, riparazione di autovetture, pasticceria, sartoria, servizi di sala e bar e sistemi robotici integrati. A questi si aggiunge tecnologie di laboratorio chimico, skill non in competizione, presentata in modalità dimostrativa. 

Le competizioni rappresentano un importante momento di formazione per i partecipanti e un concreto spunto di orientamento per i giovani studenti in visita. Nei corner “Try-a-skill” è possibile entrare nel vivo dei mestieri attraverso attività pratiche e gli studenti degli istituti e agenzie partecipanti sono a disposizione per rispondere a domande e curiosità. 

L’evento continua

L’evento prosegue domani con 24 incontri e l’evento di chiusura “Academy, una sfida che diventa realtà: il Piemonte precursore delle professioni che verranno”. Sono attesi gli intereventi del ministro dell’Istruzione e del merito Giuseppe Valditara, del sottosegretario all’Istruzione Paola Frassinetti, del presidente di Regione Piemonte Alberto Cirio, dell’assessore regionale all’Istruzione, formazione professionale, lavoro, diritto allo studio universitario Elena Chiorino. Invierà un messaggio il ministro al Lavoro e politiche sociali Marina Elvira Calderone. Modera l’incontro Giorgio Pogliotti, giornalista ed esperto in mercato del lavoro e relazioni industriali del Sole 24 ore. 

C.S.

Related Posts

Lascia un commento