perche-leonardo-vola-sul-787-di-boeing

Perché Leonardo vola sul 787 di Boeing

Il titolo di Leonardo è in rialzo a Piazza Affari grazie all’imminente via libera a Boeing per la ripresa delle consegne del 787. Tutti i dettagli

 

Boeing potrebbe riprendere a breve le consegne del 787 e manda sugli scudi le azioni di Leonardo.

“Leonardo prosegue sulla via del recupero dopo il tonfo della settimana scorsa, quando gli analisti avevano accolto senza entusiasmo i conti, e con un rialzo di oltre due punti è la migliore di Piazza Affari (-0,6% il Ftse Mib)” segnala Radiocor.

Il titolo, che cresce al momento dello 0,97% a 9,36 euro per azione, dopo avere toccato un massimo di giornata di 9,576 euro, beneficia del rally di Boeing a Wall Street (+6,1% ieri), dopo le indiscrezioni di stampa sul fatto che la Federal Aviation Authority (Faa), l’autorità americana di regolamentazione del settore aereo, potrebbe presto dare il via libera alla ripartenza delle consegne del B787.

Gli aerei sono stati bloccati per più di un anno per problemi di qualità, che il colosso americano ha dovuto risolvere. Secondo i rapporti stampa, la Faa ha giudicato soddisfacenti le azioni correttive predisposte da Boeing. Tuttavia, l’agenzia ispezionerà comunque prima i velivoli prima che siano consegnati ai clienti.

Boeing ha dichiarato la scorsa settimana che mirava a tornare a produrre cinque Dreamliner al mese, in calo rispetto ai 14 al mese che stava assemblando prima della pandemia. Ma comunque una buona notizia per Leonardo. Lo stabilimento di Grottaglie, che appartiene alla divisione Aerostrutture del gruppo guidato da Alessandro Profumo, costruisce due sezioni della fusoliera in fibra di carbonio per il Boeing 787.

Tutti i dettagli.

IMMINENTE VIA LIBERA DALLA FAA PER BOEING

Boeing aveva presentato questa primavera un piano alla Federal Aviation Administration per ispezionare e riparare quei problemi sui B787. E secondo fonti stampa il 30 luglio la Faa ha approvato il piano di ispezione e modifica di Boeing per riprendere le consegne dei 787 Dreamliner.

Una mossa che dovrebbe consentire a Boeing di riprendere le consegne ad agosto dopo averle sospese nel maggio 2021. Il produttore di aerei aveva ripreso le consegne solo nel marzo 2021 dopo una pausa di cinque mesi prima di interromperle nuovamente. L’approvazione di venerdì arriva dopo lunghe discussioni tra il produttore americano con la Faa.

IL COMMENTO DI BANCA AKROS

“La notizia è positiva per Leonardo, dal momento che il gruppo fornisce a Boeing grandi sezioni della fusoliera del B787”, sottolineano gli analisti di Banca Akros, ricordando che “prima del 2020 il tasso di esecuzione era di 14 pezzi al mese, mentre ora è di 2 pezzi al mese”.

Gli esperti, che hanno confermato il “buy” di Boeing con obiettivo di prezzo a 15 euro per azione, spiegano anche che “la ripresa delle consegne del 787 è positiva sia per Boeing sia per Leonardo anche perché i prezzi delle fusoliere saliranno in futuro, sebbene servirà del tempo prima che l’attività diventi redditizia”.

Secondo Equita, che conferma la valutazione “buy” con obiettivo di prezzo a 12 euro per azione, si tratta di una notizia “in linea con le attese”.

Related Posts

Lascia un commento