perche-paypal-taglia-il-personale

Perché PayPal taglia il personale

PayPal ha iniziato a licenziare i dipendenti mentre cerca di ridurre i costi. Fatti, numeri e commenti

Al via licenziamenti in PayPal.

In settimana PayPal Holdings Inc. ha iniziato a licenziare il personale che lavorava nella gestione del rischio. Lo ha riporta Bloomberg, sottolineando che l’azienda cerca di sostenere i profitti dopo che la crescita della spesa sulla sua piattaforma è rimasta stagnante negli ultimi trimestri.

Nel primo trimestre dell’anno, il valore delle transizioni gestite sulla piattaforma è cresciuto del 15%, raggiungendo i 323 miliardi di dollari. Una crescita di certo non trascurabile, ma ad ogni modo la più contenuta degli ultimi cinque anni.

La società ha licenziato dozzine di dipendenti che lavoravano a Chicago, Omaha, Nebraska e Chandler, in Arizona, secondo le persone che hanno familiarità con la questione sentite da Bloomberg. PayPal questo mese ha anche annunciato l’intenzione di licenziare definitivamente più di 80 persone nella sua sede a San Jose, in California.

Inoltre, martedì il colosso Usa dei pagamenti digitali ha comunicato l’intenzione di tagliare 307 posti di lavoro nelle sue sedi irlandesi di Dublino e Dundalk. La società afferma che la decisione non è dovuta a condizioni economiche specifiche. Lo ha riportato in settimana Irish Times.

Il taglio andrebbe ad aggiungersi a un’altra riduzione del personale confermata nelle scorse settimane e che colpirà circa 80 dipendenti impiegati nel quartier generale di San Francisco.

Negli ultimi anni il personale di PayPal è aumentato e l’azienda ha chiuso lo scorso anno con 30.900 dipendenti, un aumento del 33% rispetto ai livelli pre-pandemia, ha ricordato Bloomberg.

Tutti i dettagli.

RIDUZIONE DEL PERSONALE PER PAYPAL

PayPal ha avviato un nuovo round di licenziamenti.

La società ha avvertito in un deposito normativo di aver sostenuto 20 milioni di dollari di costi legati alla sua ristrutturazione nei primi tre mesi dell’anno dopo aver avviato una “riduzione strategica della forza lavoro globale esistente”. La maggior parte dei costi erano legati al trattamento di fine rapporto e ad altri benefici per i dipendenti, ha affermato PayPal.

OBIETTIVO: RIDUZIONE DEI COSTI

La società ora prevede di sostenere ulteriori 100 milioni di dollari in spese di ristrutturazione quest’anno. Secondo PayPal, i tagli ai posti di lavoro alla fine aiuteranno l’azienda a risparmiare circa 260 milioni di dollari all’anno in costi relativi ai dipendenti.

I TAGLI IN IRLANDA

Il gigante dei pagamenti ha affermato di aver proposto una riduzione di 172 ruoli presso il suo sito di Dundalk e 135 ruoli a Dublino. Ha aggiunto che la proposta è soggetta a consultazione e che ha informato i team interessati.

LE MOTIVAZIONI DEL COLOSSO USA DEI PAGAMENTI

“Stiamo proponendo di rimuovere una selezione di ruoli a Dundalk e Dublino, previa consultazione con i dipendenti e abbiamo informato i dipendenti dei team interessati della consultazione all’inizio di oggi”, ha dichiarato il portavoce di PayPal.

“Stiamo esaminando come apportare i cambiamenti che potrebbero essere necessari per plasmare il business per il futuro, per la nostra prossima ondata di crescita, quindi assicurandoci di avere la scala, possiamo scalare per soddisfare le esigenze in evoluzione dei nostri clienti. Non è una risposta particolare a una condizione economica. Stiamo esaminando l’attività nel suo insieme”, ha aggiunto il portavoce.

Per il colosso americano non è la prima volta il ricorso ad operazioni simili. Nell’aprile dello scorso anno, PayPal ha annunciato piani per trasferire fino a 131 ruoli in Irlanda in altri paesi a seguito di una revisione delle sue esigenze operative. PayPal all’epoca impiegava circa 2.800 lavoratori nei suoi siti irlandesi.

Dopo l’attuazione delle modifiche, ci saranno ancora più di 2.000 persone che lavoreranno per l’azienda in Irlanda sparse tra le due sedi, sottolinea Irish Times.

Related Posts

Lascia un commento