riduzioni-in-busta-paga-per-queste-categorie:-ecco-la-lista

Riduzioni in busta paga per queste categorie: ecco la lista

Il “terrore” di ogni lavoratore dipendente è di trovarsi senza busta paga, ma anche in misura minore, di percepire meno denaro rispetto a quanto preventivato. Infatti come abbiamo già analizzato, questo documento evidenzia non solo la prestazione lavorativa in quanto tale ma anche e sopratutto lo stipendio, solitamente calcolato in un lasso di tempo mensile. Anche se per forza di cose non tutte le buste paga sono uguali, le recenti difficoltà economiche, iniziate sopratutto due anni fa a causa della pandemia, proseguono anche oggi: inflazione, beni che scarseggiano, problematiche legate alla popolazione che si trova ad affrontare un contesto legato all’età che avanza oltre al già conosciuto ostacolo costituito dalle fonti di energia. Lo stato si prodiga, non sempre con efficacia va detto, a rimpinguare le tasche delle categorie di lavoratori più in difficoltà. Ma in questo 2022 quali sono coloro che hanno percepito e percepiranno meno soldi rispetto allo scorso anno?

Riduzioni in busta paga per queste categorie: ecco la lista

Si tratta formalmente di due categorie di lavoratori: se siamo abituati al contesto di agevolazione e bonus come il recente Bonus Bollette che viene applicato in automatico per le fasce di reddito oltre una certa somma, questi non sono ovviamente erogati “a caso” ma proprio per rendere meno difficile l’attuale momento economico.

Tuttavia le buste paga subiscono cambiamenti ogni anno, anche più volte nello stesso lasso di tempo. Nel 2022 è stato ad esempio ridotta la platea di persone che percepiscono il cosiddetto Bonus 100, chiamato anche Bonus Renzi o più correttamente Trattamento Integrativo, ossia un importo di denaro aggiuntivo in busta paga dal valore massimo di 100 euro per 12 mensilità. Se fino al 2021,  l’articolo 1, comma 3, della legge di bilancio 2022 ha ridotto da 28.000 euro a 15.000 euro la soglia di reddito complessivo. Possono continuare ad ottenere il bonus i lavoratori fino a 28 mila euro se la  somma di determinate detrazioni supera l’imposta lorda.

A partire dallo scorso marzo sono spariti i cosiddetti assegni familiari e tutti i bonus legati ai figli, come il Bonus Bebè, il Bonus Mamma domani, ecc. Tutti sono stati associati all’Assegno Unico per famiglie che viene erogato attraverso un bonifico.

aumenti busta paga 2022

Related Posts

Lascia un commento