sasso-risponde-a-letta:-“promesse-a-vanvera-da-chi-ha-penalizzato-la-scuola.-portare-rispetto-agli-insegnanti”

Sasso risponde a Letta: “Promesse a vanvera da chi ha penalizzato la scuola. Portare rispetto agli insegnanti”

“A Enrico Letta chiedo con la massima umiltà di portare rispetto agli insegnanti, che non sopportano più di essere presi in giro dal PD, un partito che prima di fare qualsiasi promessa dovrebbe chiedere scusa al nostro personale docente, educativo ed Ata”.

Lo dichiara Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

Chiedere scusa per aver partorito mostri come la buona scuola, con i suoi famigerati algoritmi; per aver avallato il precariato, rendendolo cronico e rifiutando qualsiasi forma di stabilizzazione proposta dalla Lega; per aver inventato concorsi assurdi che non valutano la qualità di un docente ma solo la capacità di sfornare nozioni; per aver prestato il fianco a sprechi di denaro pazzeschi come le centinaia di milioni per i famigerati banchi a rotelle o le mascherine che puzzavano“, prosegue il deputato leghista.

Potrei proseguire a lungo con l’elenco e gli insegnanti lo sanno bene – continua Sasso -. Ma Letta e il PD pensano davvero di poter parlare alla comunità scolastica come se niente fosse? Per fortuna in tanti hanno ormai aperto gli occhi e in queste ore stanno rispondendo per le rime alla sinistra. Quella sinistra che un tempo aveva il monopolio elettorale del mondo della scuola, ma che proprio quel mondo ha attaccato, vilipeso, penalizzato“.

Letta – sottolinea Sasso pensi alla sua tassa patrimoniale; pensi al suo unico contenuto programmatico, vale a dire la demonizzazione degli avversari; pensi al campo largo che non c’è più, ma lasci perdere la scuola, le cui problematiche richiedono serietà, conoscenza e capacità. E, soprattutto, si ricordi che la dignità dei nostri insegnanti non si compra con una promessa in campagna elettorale. La loro fiducia si conquista negli anni”.

“Se vinciamo, pagheremo gli insegnanti come nel resto d’Europa”. La promessa di Letta (PD)

Related Posts

Lascia un commento