Smartphone e orologi incollati al petto: dipendente Amazon arrestato dai Carabinieri

smartphone-e-orologi-incollati-al-petto:-dipendente-amazon-arrestato-dai-carabinieri

TORINO – Un operaio di Amazon infedele è stato arrestato nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale per contrastare i reati predatori. L’uomo è stato arrestato per furto dai carabinieri della Stazione di Cavagnolo al centro Amazon di Torrazza Piemonte, nel Canavese.

Preso con la refurtiva incollata addosso

L’uomo, 30 anni, di Torino, è stato fermato dal personale di sicurezza del polo logistico a fine turno e trovato in possesso di alcuni orologi. Immediato l’intervento dei militai dell’Arma che hanno perquisito la macchina dell’uomo nella quale hanno trovato altri orologi, bigiotteria e un hard disk. La perquisizione personale in caserma ha permesso di scoprire che il 30enne aveva decine di orologi e smartphone incollati con il nastro isolante sulla caviglia e sul petto. La refurtiva, per un valore complessivo di 11mila euro, è stata restituita. L’uomo è stato arrestato e condannato a 14 mesi di carcere.

La refurtiva recuperata dai carabinieri