telepass:-se-non-scatta-il-secondo-“bip”-fai-subito-questa-cosa

Telepass: se non scatta il secondo “bip” fai subito questa cosa

Da oramai svariate decadi il concetto di Telepass è indubbiamente molto diffuso e “popolare”, al punto da aver conferito al concetto stesso di pagamento del pedaggio automatizzato proprio la parola stessa che è associabile ad una società per azioni convenzionata con quella che un tempo era nota come Autostrade per l’Italia, quindi in sostanza lo stato. Telepass costituisce un’invenzione tutta italiana concepita alla fine degli anni 80 da due giovani ingegneri che nel giro di poco tempo hanno messo a punto il concetto oggi estremamente conosciuto basato su due dispositivi, uno dotato di transponder e l’altro un ricevitore presente all’interno del casello apposito. Telepass ha iniziato a diffondersi tramite un sistema di abbonamento unico a partire dagli anni 90, sistema che ha permesso ad una clientela sempre più vasta di velocizzare parecchio il pagamento dei caselli autostradali: al momento del passaggio presso uno di questi, il dispositivo presente all’interno dell’abitacolo comunica con due caratteristici “bip”, ossia due suoni acuti, l’avvenuto riconoscimento e calcolo della tariffa pagata. Ma cosa fare se i due suoni non si manifestano?

Telepass: se non scatta il secondo “bip” fai subito questa cosa

Questo fenomeno evidenzia una criticità legata ad un mancato riconoscimento tra casello e veicolo. In questi casi, quasi sempre, la sbarra non si alza e bisogna procedere manualmente fermandosi in corrispondenza del bottone rosso presente sul lato guida. Schiacciandolo si “avvisa” al casello di procedere al riconoscimento della targa ed autorizzare così il passaggio. In quasi tutti i casi questo è un problema legato al ricevitore e solo molto di rado evidenzia un problema tecnico del transponder, che al massimo può evidenziare la batteria scarica (solitamente si deve procedere alla sostituzione gratuita attraverso un qualsiasi Punto Blu).

Non bisogna mai procedere in retromarcia e cambiare corsia in quanto questa operazione è rischiosa e può portare anche ad una multa compresa tra i 430 a 1.731 euro, oltre alla perdita di 10 punti della patente.

unipolmove Telepass bip Telepass auto

Related Posts

Lascia un commento