Toto Wolff fa scattare l’allarme in casa Mercedes con alcune sue dichiarazioni: “Lo abbiamo visto” la frase del team principal

Un risultato incoraggiante quello della Mercedes a Barcellona. Il terzo e il quinto posto conquistati rispettivamente da Russell e Hamilton hanno fatto tirare un sospiro di sollievo perché sono stati accompagnati da una performance che ha dimostrato che la strada imboccata per gli sviluppi della W13 è quella giusta.

Toto Wolff
Toto Wolff © LaPresse

Questo però non significa che in breve tempo la Mercedes potrà tornare a competere a pari livello con Ferrari e Red Bull nonostante le parole di grande ottimismo pronunciate nel post gara da Toto Wolff. Il manager austriaco ha affermato di credere ancora nella possibilità di lottare per il titolo ma la pista, al momento, dice altro. E altro dice lo stesso team principal della scuderia tedesca analizzando il prossimo appuntamento mondiale: il Gp di Monaco.

Toto Wolff avvisa la Mercedes: “Curve a bassa velocità non sono punto di forza”

Toto Wolff
Toto Wolff © LaPresse

Wolff non guarda con troppo ottimismo al Gp di Monaco e ne piega il motivo ai canali ufficiali della Mercedes. “In Spagna lo scorso weekend è stato un GP entusiasmante, che ci ha dato molti insegnamenti e vari stimoli. Stiamo imparando a conoscere e migliorare la monoposto e a Barcellona c’è stato un passo buono nella giusta direzione“.

Il riferimento è ovviamente al podio di Russell e alla rimonta di Hamilton definita da Wolff “assolutamente impressionante“. Per la gara di Montecarlo però le previsioni sono tutt’altre: “Niente può competere con lo sfarzo di Monaco e vedere i piloti spingere le auto al limite è una gioia. E’ una tracciato uno e impegnativo, c’è la necessità di un livello di concentrazione molto intenso“.

Un tracciato però che non sorride alla Mercedes: “Non è sempre stata una delle piste più felici per noi in passato, le curve lente non sono il nostro punto di forza, lo abbiamo visto a Barcellona”. Questo però non spegne le ambizioni delle frecce d’argento: “Abbiamo anche visto che tutto può accadere: proveremo a massimizzare ogni occasione”. Un messaggio chiaro con la Mercedes che spera di sovvertire i pronostici della vigilia.