un-convegno-e-una-nuova-sede-per-i-25-anni-di-ascopiemonte

Un convegno e una nuova sede per i 25 anni di Ascopiemonte

Un convegno e una nuova sede per i 25 anni di Ascopiemonte

NEIVE Ascopiemonte, l’associazione dei produttori di frutta a guscio, compie venticinque e venerdì 26 agosto dalle 18, in occasione dell’anniversario, ospiterà il convegno “Le prospettive della nocciola Piemonte Igp e della nocciola Piemonte Igp delle Langhe”. Durante l’evento si parlerà dei diversi aspetti della produzione corilicola: in particolare di coltivazione, promozione e valorizzazione dei prodotti a marchio Igp. Durante l’evento a cui parteciperanno anche il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’assessore regionale all’agricoltura Marco Protopapa e Giovanni Battista Mantelli cofondatore e responsabile ricerca e sviluppo della Venchi non mancherà l’attenzione per temi di attualità tra cui  l’aumento dei costi di produzione e la prossima campagna di raccolta.

L’appuntamento è stato anche l’occasione per l’inaugurazione della nuova sede di Neive, uno spazio di oltre 2mila mq di struttura coperta con un impianto di pulitura ed essiccazione delle nocciole all’avanguardia, ampi spazi per lo stoccaggio del prodotto e nuovi uffici, che sostituirà il locale dei primi venticinque anni di Santo Stefano Belbo. «L’apertura della nostra nuova sede a Neive sarà un punto di partenza per intraprendere una nuova fase del nostro cammino con scelte che hanno permesso nel corso degli anni di ottenere un prodotto di qualità, orgoglio per il territorio e per tutti gli operatori della filiera del nocciolo», ha commentato il presidente di Ascopiemonte Pierpaolo Bertone. «Il settore corilicolo sta crescendo in tutto il mondo e il Piemonte conferma questo andamento spinto dalla qualità e dalla forte richiesta delle nostre nocciole», ha aggiunto.

L’associazione, nata nel 1997 dalla volontà di trenta soci di organizzare, valorizzare e promuovere questa filiera in Piemonte, oggi si articola in due centri (il secondo a Canale) e ha la capacità operativa di oltre 80mila quintali di prodotto. Oggi l’associazione è attiva in tutta la regione, in particolare in provincia di Cuneo, Asti e Alessandria contando 536 soci produttori e un totale di 3.500 ettari di superficie coltivata a nocciolo. Ascopiemonte opera accanto ai suoi soci per fornire loro assistenza tecnica agronomica per il miglioramento delle pratiche colturali e delle tecniche di produzione, sempre nel rispetto dell’ambiente e guardando verso il futuro attuando un processo di forte innovazione tecnologica. «La nostra organizzazione intende continuare a lavorare al fianco dei produttori per valorizzare sempre meglio un prodotto d’eccellenza, grazie anche a servizi innovativi e al supporto all’intera filiera», ha aggiunto il presidente Bertone.

Elisa Rossanino

Banner Gazzetta d'Alba

Related Posts

Lascia un commento