volley-a1f.-cuneo,-cosi-non-va:-pistola-punisce-la-sua-ex-squadra,-anche-casalmaggiore-passa-3-0-(video)

Volley A1F. Cuneo, così non va: Pistola punisce la sua ex squadra, anche Casalmaggiore passa 3-0 (VIDEO)

Festeggia Andrea Pistola, ma stavolta purtroppo non veste la casacca di Cuneo. Al ritorno in quello che per tante stagioni è stato il suo campo, il tecnico marchigiano riesce nell’intento di regalare a Casalmaggiore tre preziosi punti.

E lo fa strapazzando una Cuneo Granda S.Bernardo ancora una volta in grande, grandissima difficoltà: finisce 3-0 per la Trasportipesanti con parziali 17-25/20-25/21/25.

Per Emanuele Zanini la coperta è corta e si vede, ma tutto ciò non basta e non può essere la sola causa di due prestazioni consecutive così insufficienti.

È vero, senza l’opposto titolare Lucille Gicquel diventa tutto maledettamente più difficile per Signorile e compagne (la giovane Diop, pur volenterosa, fa tanta fatica a mettere palla terra e, soprattutto, restare con la testa nel match), ma così come una partita non si vince con la sola mano pesante dell’opposto altrettanto è per le sconfitte.

Manca la reazione del gruppo, forse di un’atleta in grado di prendersi la squadra sulle spalle nei momenti bui.

“Non mi aspettavo una squadra così rinunciataria – ha detto alla fine nella nostra intervista coach Zanini – ed era esattamente quello che ci eravamo detti in questi giorni”. Zanini analizza così la prestazione: 

Il tempo per invertire la rotta ce n’è (ieri è arrivata anche l’americana Stevenson), certo il calendario ora non è dalla parte di Cuneo che sabato prossimo 5 novembre dovrà affrontare la temibile Conegliano nell’anticipo della quinta giornata.

Decisamente di umore diverso Andrea Pistola, anche se a fine partita ha voluto ancora una volta rimarcare il grande legame affettivo che l’ex coach biancorosso ha per questa società: 

IN CAMPO. Per Cuneo Zanini scende in campo con capitan Signorile in palleggio e Diop opposto, al centro Cecconello e Caruso, schiacciatrici di banda Kutznetsova e l’amercana Drews con libero Caravello.

Coach Pistola schiera invece l’americana Carlini in regia con Malual opposto, poi le schiacciatrici di posto-4 Perinelli e Frantti, il tandem di centrali Lohuis e Melandri con libero De Bortoli.

LA PARTITA inizia subito con due errori di Kutznestova, che prima sbaglia una ricezione poi l’attacco, imitata da Drews che schiaccia fuori in pipe seguita da Diop la quale mette fuori una diagonale. In un amen Casalmaggiore è sullo 0-4, costringendo Zanini ad interrompere il gioco. Al rientro in campo la russa si riscatta e trova il primo punto della partita, poi va a segno anche Diop e Cuneo torna sotto 4-6. Dopo un lungo scambio Kutznetsova si prende ancora un muro (Malual) e Zanini la richiama in panchina inserendo l’ungherese Szakmary, che fa così il suo ingresso ufficiale in campo con la maglia di Cuneo sul punteggio di 7-11 per Casalmaggiore. Cuneo è troppo nervosa e sbaglia ancora: out l’attacco di Drews, sul 10-15 c’è il secondo time out per Zanini. Finalmente arriva il primo muro dell’incontro delle piemontesi (12-15): Cecconello su Malual. Il primo punto di Greta Szakmary arriva con un diagonale vincente che segna il 15-18, ma sono ancora le lombarde ad andare in break (25-20) con il ticco di prima della palleggiatrice Carlini, poi Cecconello tocca fuori un attacco dal centro e Lohuis affonda il colpo: 15-22 con Zanini che richiama in campo Kutznetsova per l’ungherese. Il muro su Diop chiude le ostilità nel set d’apertura: 17-25 per Casalmaggiore.

SECONDO SET. Zanini riparte con lo stesso sestetto che, finalmente, trova per prima il break (5-3) con un muro di Diop che però sbaglia il possibile attacco del +3 e Casalmaggiore punisce le Gatte: Malual a muro, Melandri con un servzio vincente ed un altro muro (Lohuis) su portano le ragazze di Pistola avanti 5-7. A Zanini non resta che chiamare time out. Serve a poco: ancora il pallonetto vincente di Malual ed il mani e fuori di Perinelli e siamo 5-9 con un parziale di 6-0 delle lombarde. Cuneo prova a scuotersi e mette a segno un ace firmato Cecconello (7-9), ma Diop ora fa molta difficoltà a passare e si prende un altro muro: sul 7-11 Zanini ributta nella mischia Szakmary, che firma subito il punto del -2 (9-11), poi però c’ ancora un errore di Diop in attacco con time ut del coach piemontese. Casalmaggiore pasticcia in ricostruzione e regala un break alle avversarie (11-13), che poi si rifanno sotto (13-14) grazie al muro di Cecconello. L’aggancio però non riesce e Casalmaggiore torna ad essere padrona del campo: subito avanti di 4 lunghezze, con due attacchi di Perinelli (15-20) e Zanini che decide di togliere Diop per Montabone, ma sono ancora le ospiti ad andare a segno con Malual e Zanini torna sui suoi passi rimettendo subito Diop. Arriva l’ace di Franti, poi un muro di Malual e siamo 15-23. Casalmaggiore registra un altro parziale monstre: 8-0. A questo punto Cuneo va a segno con tre break, ma è tardi: il lungolinea di Malual consegna alle lombarde il 2-0 (20-25).

TERZO SET. Ancora le ospiti in break: errore in attacco di Kutznetsova, attacco a segno di Malual e sul 2-5 c’è il time out di Cuneo ma subito dopo arriva un altro muro avversario e siamo 3-7. Le Gatte reagiscono e si riportano a -1 sul turno al servizio di capitan Signorile (7-8), ma ancora una volta le lombarde giocano come il gatto con il topo: la schiacciata a terra in diagonale di Lohuis costringe zanini ad interrompere il gioco sul punteggio di 8-12 per le avversarie. Che allungano 8-13, poi 9-15 con due punti di Frantti i quali danno alle lombarde lo spunto definitivo verso la vittoria: il match si chiude 21-25 sull’attacco vincente di Alexandra Frantti.

CUNEO GRANDA S.BERNARDO-TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE 0-3 (17-25/20-25/23-25)

CUNEO GRANDA S.BERNARDO: Kutznetsova 9, Drews 3, Klein, Montabone, cecconello 6, Caravello (L), Szakmary 6, Signorile 1, Caruso 5, Diop 12. N.e. Basso, Gicquel, Magazza, Gay – Allenatore: Zanini.

CUNEO: ric. 49% (22% prf), att. 29%, muri 8, aces 2, batt.sb. 5, errori 17

Related Posts

Lascia un commento