volley-a2m.-e-la-serata-dei-giovani-luca:-chiapello-e-cardona-trascinano-cuneo-alla-vittoria-3-1-su-ravenna-(foto-e-video)

Volley A2M. È la serata dei giovani Luca: Chiapello e Cardona trascinano Cuneo alla vittoria 3-1 su Ravenna (FOTO e VIDEO)

Cuneo, vittoria del gruppo. E dei giovani. Con una prova tutto testa e muscoli la squadra allenata da Max Giaccardi batte Ravenna per 3-1 (25-19/21-25/26-24/25-18) ed intasca tre preziosi punti che fanno classifica, ma anche tanto morale. E danno convinzione. 

È targata Luca Chiapello e Luca Cardona la serata. Partiamo dal primo: ha saputo che doveva giocare da titolare praticamente a 5 minuti dal via, quando Parodi durante il riscaldamento ha accusato un dolore ad una coscia durante una rincorsa. Prudenzialmente lo staff medico, d’intesa col giocatore, ha preferito tenerlo fuori: ecco, dunque, Chiapello.

Che ha inanellato una prestazione superlativa di set in set: 60% nel primo, 86% nel secondo ed addirittura 86% nel terzo set. Alla fine la sua percentuale si è assestata con un superlativo 65% finae: 15 punti su 23 palle attaccate oltre ad una battuta punto. 

Poi, Cardona. Il giovane Luca, entrato a metà partita a rilevare un Santangelo in forte difficoltà, ha messo anima e corpo. Prendendosi qualche murata, è vero, ma restituendone altrettante e, soprattutto, mettendo giù palle in attacco con maestria.

Il coach cuneese, pur contento dei tre punti conquistati, dimostra ancora una volta di essere un perfezionista: “Innanzitutto voglio ringraziare tutti i ragazzi della panchina, che quando sono entrati hanno dato il loro apporto. In particolare proprio Chiapello e Cardona, che hanno fatto un’ottima partita”. 

Ma sullo svolgimento della gara Giaccardi ha qualcosa di ridire: “Una vittoria che fa morale, ma ora dobbiamo anche pensare anche a qualcos’altro. È ora di dimostrare il nostro valore ed avere un diverso atteggiamento: il nostro gioco è ancora troppo attendista”. 

Ravenna? Marco Bonitta ha attinto dalla panchina a più non posso. Bovolenta, per esempio, ha giocato un set soltanto, il primo, poi il coach ha inserito Orto che non ha certamente dato la svolta al gioco di squadra. Ad un certo punto del sestetto titolare è rimasto solo il palleggiatore Coscione, come sempre l’ultimo ad arrendersi. 

IN CAMPO. L’allenatore Max Giaccardi scende in campo con Pedron in palleggio e Santangelo in diagonale, poi Botto e Chiapello schiacciatori di posto-4, al centro i soliti Sighinolfi e Codarin con libero Bisotto.

Coach Marco Bonitta può schierare il suo sestetto migliore: Coscione in palleggio con l’opposto Bovolenta, schiacciatori-ricevitori Pinali e Pol, al centro Arasomwan e Comparoni con il libero Goi

LA PARTITA. Arriva da Botto il primo break dell’incontro: il capitano ferma a muro Bovolenta, ma Ravenna ritrova la parità a 6 sfruttando il fallo di seconda linea fischiato a Santangelo. restituisce il favore Coscione che va a recuperare una palla ricevuta male dai compagni nel campo di Cuneo, poi Codarin serra i ranghi a muro e siamo 9-6 per la BAM S.Bernardo. Il turno al servizio di Chiapello si dimostra quanto mai proficuo: suo l’ace del 10-6. Sbaglia il primo tempo in attacco Arasomwan e sul 12-7 c’è il primo time out di Bonitta. Cuneo è grintosa: la palla non cade mai e Botto piazza un pallonetto lungo, poi affonda il colpo ancora Santangelo e Ravenna affonda 15-8. I romagnoli non demordono ed approfittano di due errori consecutivi degli avversari: battuta sbagliata per Botto e diagonale out in attacco di Santangelo: 16-11, ferma il gioco Giaccardi. Botto sbaglia anche l’attacco successivo e Ravenna guadagna un altro punto (16-12), ma Chiapello toglie unpaio di volte le castagne dal fuoco ai suoi e riporta Cuneo avanti 19-13. Vantaggio che s’incrementa ancora grazie all’ace messo a terra da Santangelo: 20-13, secondo time out di Bonitta. Il set si chiude 25-19 con l’attacco dall seconda linea dell’opposto di Cuneo.

SECONDO SET. Stavolta è Ravenna ad andare per prima a break con il pallonetto vincente di Orto (3-5), poi Botto si fa ingolosire da una palla che gli arriva a filo rete senza muro avversario ma la mette fuori: sul 3-6 Giaccardi chiama subito time out. Arriva il muro di Comparoni sul capitano di Cuneo che si trova doppiata sul 4-8, poi c’è l’ace di Orto ed arriva inesorabile l’ultima interruzione del gioco a disposizione del coach Cuneese sul 4-9. Sbaglia anche Ravenna con Bovolenta che attacca fuori il punto del 6-9, poi Santangelo accorcia ancora con un attacco toccato dal muro avversario : 9-11, time out di Bonitta. Cuneo interpreta il set nel modo più giusto: con pazienza. Chiapello firma il -1 (10-11), poi il pareggio a 15 arriva da un errore in attacco dei ravennati. Nuovo allungo dei romagnoli sul mani e fuori giocato da Pinali: per Cuneo esce Sighinolfi per Lanciani. Ancora a segno la Consar e siamo 17-20, vantaggio che i romagnoli mantengono fino all’allungo finale (21-25) propiziato dall’errore in attacco di Botto. 

TERZO SET. L’errore di Orto ed il muro di Botto su Pinali portano Cuneo avanti 5-2 in avvio di terzo set. Attacco vincente di Santangelo, errore dalla seconda linea per Pinali e e Bonitta si vede costretto al time out sul punteggio di 9-4 per Cuneo. La battuta tattica di Pedron permette a Botto di appoggiare il punto del 10-4. Pinali si riscatta parzialmente ed infila il -4 (10-6), ma Chiapello con un altro gran tocco sul muro avversario riporta a 6 le lunghezze di vantaggio: Ravenna doppiata sul 12-6. I romagnoli provano la rimonta: un attacco ed il gran muro di Arasomwan riportano gli ospiti sotto 13-10, ma l’ace di Santangelo li ricaccia indietro 15-10. Non è finita: Codarin dal centro sbaglia un attacco e sul 15-12 Giaccardi ferma immediatamente il gioco, ma alla ripresa Santangelo si fa nuovamente fischiare un fallo di seconda linea che gli costa il posto in favore di Cardona sul 15-13. Ravenna a -1 (16-15) sull’ace di Pinali. Per Cuneo entra Kopfli per Botto, ma Ravenna impatta e mette la freccia 16-17. Il muro di Cuneo riporta i padroni di casa avanti 18-17: batti e ribatti tra le due squadre fin quando Kopfli gioca il mani e fuori del nuovo break cuneese: 21-19 con il secondo time out di Ravenna. Nuovo aggancio Consar sull’ace di Mancini, poi c’è il muro sullo svizzero di Cuneo per il 21-22. Rientra Botto, Ravenna per prima al set ball (23-24), ma Chiapello ribalta la situazione sul 25-24 e Arasomwan sbaglla il primo tempo del 26-24. 

QUARTO SET. Giaccardi riparte con Cardona opposto al posto di Santangelo, mentre ritorna in campo Botto. Ravenna avanti 2-4 sull’errore in attacco di Cardona, pareggio a 5 con Pedron, poi c’è il break dei piemontesi su attacco fuori in primo tempo di Arasomwan (9-7) ed il 10-7 arriva su un muro di Sighinolfi. Bonitta chiama time out, ma alla ripresa è di Botto, che infila palla tra le ani del muro avversario sul punto dell’11-7. altro muro di Sighinolfi su Pinali e siamo 12-7: il tutto propiziato dall’ottimo turno in battuta di Pedron. Pinali si scuote e segna il -3 (12-9), ma Cardona  amuro riporta la BAM a +5 sul 15-10. Altro muro cuneese, stavolta va a segno Pedron e siamo 18-12, poi si ripete Codarin sul 19-12. Cuneo va sul matchball avanti di 7 punti (24-17), Ravenna ne annulla uno ma poi sbaglla con Comparoni e la BAM S.Bernardo vince 3-1. 

BAM ACQUA S.BERNARDO CUNEO-CONSAR RCM RAVENNA 3-1(25-19/21-25/26-24/25-18)

BAM ACQUA S.BERNARDO CUNEO: Cardona 7, Codarin 6, Parodi, Kopfli 4, Lanciani, Pedron 4, Santangelo 13, Chiapello 16, Botto 15, Bisotto (L), Sighinolfi 7. N.e. Esposito, Lilli. Allenatore: Giaccardi. – CUNEO: ric. 68% (30% prf), att. 49%, muri 11, aces 3, batt. sb. 23, errori 36

Related Posts

Lascia un commento